Unlearning: un viaggio alla scoperta della #SharingEconomy | Grammo : il magazine di Gnammo

Entra nella più grande community italiana per incontrare amici a tavola!
gnammo.com

Unlearning: un viaggio alla scoperta della #SharingEconomy

Avete paura di un pollo a 4 zampe?

Tranquilli, non si tratta di una portata di un evento Gnammo, ma dell’animale che ha ispirato un viaggio, o meglio un’esperienza, una

bellissima esperienza.
Nella quale anche Gnammo fa la sua parte.

Ma scopriamo di più…

Dappertutto si sente parlare di sharing economy, e ci si chiede cosa spinga le persone a passare all’economia solidale o collaborativa.
A tentare di spiegarlo ci penserà Unlearning, un documentario realizzato da una famiglia come tante altre, solo un po’ più coraggiosa: si tratta di Lucio, Anna e della loro figlia Gaia, di 5 anni.

IL PROGETTO

L’idea di abbandonare la routine quotidiana è venuta ad Anna, dopo aver visto sua figlia disegnare un pollo a quattro zampe. La bambina, abituata alle confezioni del supermercato che contengono quattro cosce di pollo, dava per scontato che tutt’e quattro appartenessero allo stesso esemplare, non avendo mai avuto modo di vederne uno dal vivo.

I due genitori hanno quindi deciso di capovolgere le loro abitudini cercando ospitalità presso altre famiglie diverse dalla loro, lavorando insieme a loro a progetti innovativi in cambio di vitto e alloggio. Utilizzeranno il tempo come moneta, ma non solo: affronteranno i propri spostamenti affidandosi agli utenti di BlaBlaCar, mettendo così al centro della loro esperienza l’essere umano e provando a disimparare il vecchio “stile di vita”.

E c’è di più: Anna e Lucio hanno deciso di creare un vero e proprio documentario a partire dal loro esperimento sociale: Unlearning – il cui trailer è già visibile su Youtube – è il frutto delle testimonianze genuine di una famiglia che si troverà ad affrontare, in anteprima, molte delle sfide che ci aspettano in futuro.

UNLEARNING HA BISOGNO DI TE!

Per raggiungere i propri obiettivi, Lucio e la sua famiglia intendono servirsi dei moderni strumenti della sharing economy. E hanno bisogno dell’aiuto di tutti, anche del tuo! Se i tuoi spostamenti coincidono con i loro… Perché non dar loro un passaggio e prendere parte a questa avventura?

Ecco le prime tappe del viaggio:

Genova – Roma (5 Aprile)

Roma – Catania (7 Aprile)

Catania – Bari (12 Maggio)

Bari – Firenze (24 Maggio)

Ma che cosa otterranno in cambio le persone che aiuteranno la famiglia nel loro viaggio? Tante, tante cose, oltre al semplice denaro.

Una casa in una capitale Europea dove alloggiare per una notte (tramite Airbnb, il portale per la condivisione e la prenotazione online di case, ville, appartamenti e alloggi unici in tutto il mondo) , oppure tante ore da spendere su TIMEREPUBLIK, la banca del tempo digitale, dove si potranno richiedere centinaia di tipi diversi di servizi, pagando in tempo anziché in euro.

Ad esempio, si potrà pagare una babysitter con il tempo guadagnato dal passaggio offerto a Lucio, Anna e Gaia.

E l’‘offerta’ non finisce qui. A chi è iscritto a Reoose ((la più grande community italiana di baratto circolare), Lucio e la sua famiglia offriranno crediti virtuali da spendere su questa piattaforma in cambio di oggetti.
E se invece venisse offerta una cena? Fattibilissimo tramite Gnammo, il social dove unirsi a cene organizzate da privati. Aiutando la famiglia, quindi, si otterrà la possibilità di partecipare gratuitamente a una di queste cene.

Chiunque voglia far parte del loro progetto (e speriamo che siate in tanti) potrà contattarli all’indirizzo family[at]unlearning.it e decidere insieme a loro il vostro baratto.

La pagina Facebook del progetto è sempre attiva. Il sito web sul quale verrà reso disponibile il documentario, invece, è www.unlearning.it.

Beh, che aspettate a diventare protagonisti di questo bellissimo progetto?

Parliamone