Una ricetta autunnale dal Ricettario dei Cook : la pecora alla campigianaGrammo : il magazine di Gnammo

Entra nella più grande community italiana per incontrare amici a tavola!
gnammo.com

La pecora alla campigiana: una ricetta autunnale da inserire nel Ricettario dei Cook

Da una settimana è ufficialmente iniziato l’autunno.

Per i più romantici lo scorso venerdì (o la scorsa domenica: sapevate che l’autunno inizia il 23 settembre?) ha portato con sé la bellezza del rumore delle foglie arancioni sui marciapiedi e il profumo delle caldarroste, per i fan sfegatati della bella stagione con le sue spiagge dorate e le infradito, la nostalgia che solo i primi freddi sanno creare.

Che vi sentiate di appartenere a una sola delle due categorie, una cosa è innegabile: siamo entrati nella stagione perfetta per rilassarsi ai fornelli e provare nuove ricette autunnali.

La nostra Cook Stefania ci ha inviato la ricetta autunnale perfetta da inserire nella nostra nuova rubrica Il ricettario dei Cook: la pecora alla campigiana.

Ingredienti per questa ricetta autunnale

Tirate fuori il taccuino e appuntatevi gli tutto il necessario per realizzare questo piatto tipico della provincia fiorentina:

– sedano, carota, cipolla rossa, prezzemolo, aglio;

– due bicchieri di vino rosso;

– osso di pecora per il brodo;

– concentrato di pomodoro;

– un cosciotto di pecora;

– scorza di limone;

– sale, pepe, olio extravergine d’oliva, aceto bianco.

Preparazione

Lavorate per primo il cosciotto di pecora, eventualmente ripulendolo dai nervi e da un po’ del suo grasso (attenzione però a non privarlo totalmente del grasso) e tagliandolo in pezzi di ugual misura, come fosse uno spezzatino; poi immergete i pezzi di carne in acqua e aceto bianco e lasciateli marinare per circa tre ore.

Quando la carne avrà marinato fate un battuto grossolano con cipolla rossa, prezzemolo e aglio e mettete il tutto a soffriggere in olio evo; dopo qualche minuto aggiungete la carne e lasciate rosolare per circa 15 minuti.

Poi aggiungete la scorza di limone, bagnate tutto con il vino e fatelo evaporare continuando a girare la carne.

A questo punto aggiungete il concentrato di pomodoro precedentemente diluito in acqua calda in quantità tale da coprire totalmente la carne; salate, pepate e lasciate cuocere per circa tre ore, bagnando di tanto in tanto con del brodo preparato con un osso di pecora, sedano e carote.

Da servire rigorosamente caldo (è pur sempre una ricetta autunnale) e, naturalmente, con un buon bicchiere di vino (tipo questo, o anche questo).

 

Parliamone