Nel mondo del food… ai tempi delle emoji | Grammo : il magazine di Gnammo

Entra nella più grande community italiana per incontrare amici a tavola!
gnammo.com

Nel mondo del food… ai tempi delle emoji

C’è chi le definisce i moderni geroglifici, chi ne abusa e chi fatica a interpretarle correttamente.
Una cosa però è certa, le emoji hanno cambiato il nostro modo di comunicare attraverso una tastiera.
E l’universo del food, ovviamente, non poteva rimanere isolato da questo mondo di faccine colorate.

Lo ha capito bene la Apple che nell’aggiornamento del sistema operativo iOs, nella versione 9 che verrà rilasciata nei prossimi mesi, ha deciso di aggiungere una serie di nuove emoji legate al cibo. Tra l’hamburger, i noodles e gli spaghetti, troveremo anche l’avocado, il bacon e i messicani burrito e taco.

nuove emoji apple

Una compagnia di tastiere per cellulari – la Swiftway - ha condotto una ricerca proprio sull’uso delle emoji. Ne è emerso che spesso le emoji del cibo sono usate con altri significati. Chiedetelo per esempio agli americani che digitano un sacco di volte l’emoji della melanzana intendendola però come simbolo fallico!

C’è chi del binomio emoji-food ne ha fatto una forma d’arte. È il caso della designer Peechaya Burroughs (http://www.peechayaburroughs.com) che nel proprio profilo Instagram pubblica la sua visione delle “Emoji in the wild”, dove riproduce in maniera creativa le emoji della tastiera. Quelle del cibo sono davvero fantastiche.

Peechaya Burroughs

In America è addirittura nata Fooji (https://fooji.co), una start up che sta rivoluzionando il mondo del delivery. Iscriversi è facile. Basta accedere al sito, fare il log in con il proprio account Twitter, inserire un indirizzo e le informazioni della propria carta di credito.
Dopo aver deciso cosa si vuole mangiare si twitta l’emoji con il cibo scelto e si tagga l’account @gofooji. L’algoritmo invia l’ordine al ristorante più vicino e in pochi minuti arriva la consegna.

Le emoji sono diventate una vera e propria forma di comunicazione alternativa alla parola anche se a volte possono nascere dei problemi di comprensione!
(da Pagina Facebook Mamme che scrivono messaggi su Whatsapp)

Senza titolo

(photo)

 

Elisa GirottoChe la si voglia definire una moda -ma noi crediamo di no- o un vero settore in esplosione, noi vi consigliamo di seguire Elisa Girotto, del blog Questioni di Bolla, che, in un viaggio lungo un’ Estate qui sulle pagine di Grammo – il magazine di Gnammo, ci accompagnerà alla scoperta di questo mondo fatto di tecnologia, ma sempre tanto sapore.

 

Parliamone