Kosher social eating: la condivisione è la nostra più grande ricchezza. | Grammo : il magazine di Gnammo

Entra nella più grande community italiana per incontrare amici a tavola!
gnammo.com

Kosher social eating: la condivisione è la nostra più grande ricchezza.

Alla vigilia di una particolare ricorrenza quale il Giorno della Memoria, Gnammo vuole valorizzare insieme a voi uno dei suoi principi cardine: la condivisione. Condivisione può avere molti significati, ma la definizione che oggi noi sentiamo più vicina a questo termine è: apertura culturale. E’ proprio questo uno dei messaggi principali del social eating, scoprire punti di vista diversi e accettarli come valore aggiunto al nostro bagaglio culturale, uno scambio diretto di esperienze.
E quale esperienza è a noi più familiare se non quella culinaria? A questo proposito la ricorrenza di domani ci porta ad esplorare  una ricetta tipica della cultura ebraica.

Prima di tutto bisogna sapere che gli alimenti della cultura ebraica seguono la Casherut o più comunemente Kosher che indica, nell’accezione comune, l’idoneità di un cibo a essere consumato dal popolo ebraico, secondo le regole alimentari della religione ebraica stabilite nella Torah. Le regole sono diverse e alcune di sottile interpretazione, per questo motivo non staremo ad elencarvele, nel caso in cui vorreste saperne di più vi consigliamo questo articolo di italykosherunion.

Il cibo, per essere consumato secondo le regole alimentari ebraiche, deve soddisfare vari criteri tra cui:

- la natura dell’alimento;

- la preparazione dell’alimento;

- per i cibi di origine animale, le caratteristiche dell’animale stesso.

Questo mese vi proponiamo una ricetta totalmente Kosher, che speriamo piaccia a voi amanti del social eating: Gli Amaretti di Gabmic

Ingredienti: 200 g di mandorle dolci, 15 mandorle amare, 200 g di zucchero, 2 albumi, vaniglia, un pizzico di sale

Tritate le mandorle, già spellate, con un po’ di zucchero fino a ridurle in farina. Aggiungete alla farina di mandorle il restante zucchero, la vaniglia, il sale e la chiara d’uovo fino ad ottenere un impasto morbido, che andrà versato nella sac à poche. Formate dei mucchietti su una teglia coperta di carta da forno e fate cuocere dai 6 agli 8 minuti in forno già riscaldato, ad una temperatura di 250°-260°.

Shalom Gnammers!

Parliamone