#italiaintavola: quasi 5000 le immagini già taggate a 15 giorni dal termine del contest | Grammo : il magazine di Gnammo

Entra nella più grande community italiana per incontrare amici a tavola!
gnammo.com

#italiaintavola: quasi 5000 le immagini già taggate a 15 giorni dal termine del contest

I SAPORI DELLA TAVOLA CHE PIACCIONO AGLI ITALIANI 

Secondo un’analisi effettuata con Followgram Analitycs, sviluppato da IQUII, sono Marche, Sardegna Lombardia e Puglia le regioni a maggiore partecipazione.

Gli amanti del gusto apprezzano l’uso del filtro “normale” per rappresentare i sapori della tavola italiana: dai regionalissimi “Li cartiddati” ai “Culurgiones”, passando per i più classici Tiramisù e Torrone, fino al più insolito mega-sandwich presentato in un video in stop-motion. Like, commenti e una punta di campanilismo per un curioso foto-racconto dell’Italia attraverso i suoi sapori e le sue ricette tradizionali.

Grazie a una collaborazione con Italia.it, Gnammo e Gnambox, i migliori scatti saranno selezionati per una mostra finale a livello nazionale ad aprile 2014 e per un Instabook di immagini e ricette.


scarica le immagini (citando gli autori) dalle gallery su Instagram,  Pinterest e Facebook - 

Milano, 17 gennaio 2014 – Quasi 5000. Tante sono le foto finora taggate su Instagram con l’hashtag #Italiaintavola, il contest di storytelling visivo-sensoriale lanciato a metà dicembre da Instagramers Italia, la community di appassionati di foto attraverso Instagram, per raccontare l’Italia dal basso, attraverso piatti e vini tipici, grazie a una collaborazione conItalia.itGnammo Gnambox.

La partecipazione al contest è stata notevole: già solo dopo 24 ore dal primissimo lancio erano arrivate circa 1000 foto – commenta entusiasta Alessandra Polo, founder di Instagramer Sardegna e Instagramers Cagliari e ideatrice del progetto #Italiaintavola – così abbiamo deciso di aprire anche il canale Instagram @italiaintavola, sul quale ogni giorno vengono rilanciate le foto-ricette più belle e rappresentative dei piatti regionali. Inoltre, suPinterest e Facebook è possibile apprezzare la raccolta delle foto all’interno di appositi  album regionali”.

Infatti, secondo un’analisi effettuata da Followgram Analitycs, sviluppato da IQUII, al 14 gennaio 2014 le foto partecipanti erano già 4177*, con la regione Marche(#marcheintavola) alla guida della classifica in termini di partecipazione (9%). Al secondo posto la Sardegna (#sardegnaintavola, 7%), quindi Lombardia e Puglia a pari merito (#lombardiaintavola, #pugliaintavola, 7%) e Toscana (#toscanaintavola 6%). Una graduatoria tuttavia in continuo mutamento  e che potrebbe presentare sorprese alla fine del contest, prevista per il 31 gennaio 2014.

 

> Filtri

Dopo l’invasione di immagini dall’esposizione talvolta discutibile, desta molto interesse la  predilezione del filtro “normale” (usato nel 41% dei casi), seguito dall’amato Lo-Fi(oggetto anche di note video-parodie, 10%), Valencia (6%), Amaro (6%) e  X-Pro (5%). Una preferenza per il naturale o, più semplicemente, l’interesse a  una cura maggiore della foto con il ricorso a impostazioni di qualità prese in prestito da altre applicazioni o da altre fotocamere prima della pubblicazione su Instagram. Un’attenzione alla qualità dell’immagine che tra gli Igers sta diventando sempre più indice di apprezzamento e notorietà degli autori,  specialmente in ambito food.

> Tag

Tra i tag più usati, come prevedibile, troviamo al primo posto #food e #igersitalia (entrambi al 30%), seguiti da #instafood (29%), #foodporn, il famoso hashtag per i “food-addicted” (23%) e #instagood (17%).

Ricette

A corredo delle foto tante anche le ricette pervenute, dal Pesto alla genovese di@lecinqueerbe per #liguriaintavola, ai Canederli di @valli_84 per #trentinointavola. E ancora la Gricia di @dajeforte per @laziointavola, il Cannolo siciliano di @luanars9 per #siciliaintavola o le Seadas di @fede_cerina per #sardegnaintavola.

> Like**

Le foto che al momento hanno riscosso più apprezzamenti risultano pubblicate da  @michelangelo955 per #siciliaintavola: si tratta dei “Cartocci alla crema di ricotta” con1496 like; “Spaghetti aglio, olio e peperoncino”, con 1247 like; “Le dolcezze dell’Antico Caffè Spinnato”, con 1169 like.

> Foto e video più commentati**

La foto più commentata in assoluto risulta la preparazione dei “Culurgiones” di @marianonne per #sardegnaintavola con 84 commenti; seguono “Li Cartiddati” di @alyna_hadren per #pugliaintavola con 76 commenti e la “Bagna Cauda” di @illybau per #piemonteintavola con 75 commenti.

Tra i video che hanno riscosso più like troviamo due di @mpaderi per #sardegnaintavola (Lapreparazione del Dolce della Sposa alla Sagra dello Zafferano con 96 like e Sa carapigna Granita di aritzo al limone con 65 like), seguiti da un video in stop-motionrealizzato da @stailuan (62 like) e che racconta la preparazione di un mega-sandwich, simpaticamente spiegato a uno straniero come “a kind of #pandoro (an italian christmas cake) that usually is sweet, in this case is a sort of mega sandwich”. Quest’ultimo risulta anche il video più commentato in assoluto (26 commenti).

Molto curiosi e appassionati risultano proprio i commenti alle foto, come quello di @rom_  per #sardegnaintavola, la quale ricorda la prima volta in cui ha assistito alla Preparazione del torrone secondo il metodo tradizione di una volta.

O quello di @isadisca per #venetointavola, la quale, con una punta di campanilismo, tiene a precisare che il Tiramisù è originario di Treviso, dove sarebbe stato creato negli anni ‘70 e per il quale solo da poco sarebbe stato richiesto il riconoscimento di territorialità dalla regione Veneto.

Regionalità  che tuttavia cede il passo a un sentimento di appartenenza a una tavola italiana variegata ma comune e tutta da scoprire e apprezzare, come sottolinea proprio @isadisca a commento alla Pasta e fagioli di @Silvergelly per #venetointavola:

“Troppo bello questo contest! La cultura del cibo va valorizzata e le storie dei piatti raccontata… complimenti @italiaintavola”

 

Per partecipare al concorso c’è tempo ancora fino al 31 gennaio: basta pubblicare sul proprio profilo una foto del piatto o vino tipico della propria regione, corredata di didascalia (il nome del piatto o del vino), luogo di provenienza e – consigliata ma non obbligatoria – la ricetta che meglio lo rappresenta. Alla foto occorrerà poi aggiungere i tag del contest, #italiaintavola e #[NOMEREGIONE]intavola (ma gli utenti potranno partecipare  inserendo i tag anche in foto già eventualmente presenti nelle loro gallery).

I migliori scatti di ciascuna regione verranno quindi selezionati per una mostra locale (verso febbraio/marzo) gestita da uno degli oltre 50 gruppi Igers regionali, che verrà accompagnata da un evento dedicato alla degustazione, al quale sarà possibile registrarsi attraverso la piattaforma Gnammo, il primo portale di Social Eating italiano, partner del progetto insieme al Social foodie project Gnambox e a Italia.it - Sito Istituzionale del turismo in Italia, patrocinato dal Governo. Durante ogni mostra locale verrà eletto il vincitore regionale che parteciperà a una mostra nazionale in occasione della quale verrà realizzato un Instabook con tutte le foto e le ricette pervenute.

 

*Nota metodologica di Followgram Analitycs: il numero totale delle foto su Instagram collegate al contest #italiaintavola in realtà è più elevato perché non tiene conto delle foto private o cancellate.
**Like e commenti delle foto: poiché il contest consentiva di partecipare anche taggando foto già pubblicate in precedenza nelle proprie gallery, il numero di like e commenti è da intendersi in alcuni casi come comulativo degli apprezzamenti pre-contest.

 

* * *

Chi sono gli Igers

Gli Igers, per esteso Instagramers, compongono una community di appassionati del social network Instagram. Gli Igers italiani sono presenti in oltre 40 città e promuovono iniziative sul web che si concretizzano spesso in passeggiate fotografiche, mostre, biciclettate, incontri culturali, happening e concorsi, puntando ad integrare cultura, sport e social media e avvicinando le persone al territorio, attraverso la fotografia.
Il reach totale degli Instagramers supera il milione di persone nel mondo attraverso le condivisioni da Instagram e sugli altri principali social network (come Facebook, Twitter) di tutti i partecipanti italiani e stranieri inserendoli di diritto come una valida cassa di risonanza per iniziative di valorizzazione del territorio. Il bacino degli Instagramers italiani permette di raggiungere oltre 200.000 persone, capacità che all’estero viene ulteriormente amplificata grazie alla presenza di oltre 300 gruppi in tutto il mondo. A fine novembre 2013 i Follower/Fan complessivi sono circa 74.000 su Instagram, circa 25.000 su Facebook e 22.000 su Twitter.
Dal 17 marzo 2013 Igersitalia è anche una associazione senza scopo di lucro. È possibile associarsi con la quota annuale di 10 euro e ricevere informazioni su eventi e iniziative oltre alla possibilità di partecipare a iniziative speciali organizzate anche con il supporto di terze parti.
Le varie attività nazionali vengono veicolate attraverso il sito web www.instagramersitalia.it o sui social network: Instagram e Twitter: @igersitalia – Facebook/Instagramersitaly

Cos’è Instagram: i numeri e le potenzialità
Un’applicazione fotografica gratuita per dispositivi iOS e Android divenuta il principale social network fotografico al mondo. Sono 150 milioni gli utenti attivi ogni mese su Instagram, per un totale di ben 16 miliardi di foto condivise (55 milioni al giorno) e 1.2 miliardi di “like” (“mi piace”) giornalieri. Instagram permette di scattare foto o caricarle dalla propria libreria (ora ciò è possibile anche per i video), applicare dei filtri sulle immagini e condividerle con la community che si viene a creare attorno al tema specifico. Instagram è stata acquistata da Facebook per 1 miliardo di dollari.

 

Ufficio Stampa
Serena Orizi per Instagramers Italia
http://instagramersitalia.it
serenaorizi@gmail.com
mobile 3204205558
skype: soloori
http://instagram.com/soloori

Parliamone