Indovina chi viene a Cena #3 – L’INTOLLERANTE ALLE UOVA - Grammo : il magazine di GnammoGrammo : il magazine di Gnammo

Entra nella più grande community italiana per incontrare amici a tavola!
gnammo.com

Indovina chi viene a Cena #3 – L’INTOLLERANTE ALLE UOVA

IDENTIKIT

 > è una persona che non riesce ad assimilare e digerire alcune proteine contenute nell’uovo perchè il suo organismo le riconosce nocive;

> non mangia alimenti che contengono uova intere, nè derivati come maionese, merendine, prodotti da forno, ecc.

 5 Cose da Sapere:

 > Le proteine che possono provocare l’intolleranza si trovano solitamente nell’albume (per esempio l’albumina), ma possono contaminare anche il tuorlo;

> Oltre ai vari alimenti che contengono le uova, esistono anche emulsionanti, conservanti e coadiuvanti che ne derivano. Esistono anche vini/liquori chiarificati con l’albume;

> Poichè le proteine a cui si è intolleranti sono contenute anche in altri alimenti , è importante controllare le etichette dei cibi ed evitare quelli che riportano tra gli ingredienti proteine con il prefisso “ovo” (ovoalbumina, ovomucina, ecc.);

> Si predilige frutta rossa e arancione, salmone, latte intero, spinaci e verdure verdi per reintegrare proteine e vitamine mancanti a causa dell’assenza di uova nella dieta;

> L’intolleranza alle uova è diffusa soprattutto nei bambini, ma può prendere la forma di ipersensibilità e quindi regredire con l’età adulta.

4 Cose da fare (se viene a cena):

Evitare l’uso di alimenti che contengono uova: pasta all’uovo, paste ripiene, piatti gratinati, pasta frolla, pan di spagna, creme pasticcere, crocchette, fritti con particolari pastelle, alcuni tipi di pane, piatti impanati, budini, carni in scatola, salse e maionese (o che riportano sull’etichetta la dicitura “può contenere tracce di uova”);

Non lasciarsi prendere dall’ansia. Esistono tante ricette che potete preparare senza utilizzare uova o derivati. In commercio esistono biscotti, creme, gelati, tipi di pasta, e molti altri prodotti realizzati appositamente senza uova. Inoltre questo alimento può essere agevolmente sostituito con altri ingredienti in molte preparazioni;

> Per le preparazioni dolci sostituite l’uso delle uova (spesso utilizzate come legante) con: farina di mais (circa 2 cucchiaini per ogni uovo previsto nella ricetta), latte di soia (1/3 di bicchiere per ogni uovo), fecola di patate (due cucchiai per ogni uovo) oppure con banana frullata, farina di ceci, yogurt di soia;

> Per le preparazioni salate sostituite l’uso delle uova con pan grattato e farina. Oppure con patate lessate, riso bollito o ceci lessati da aggiungere in base alla consistenza che vorrete dare al vostro impasto. Per esempio si può utilizzare la farina di ceci per la preparazione di frittate. O ancora per preparare le polpette si può mescolare la fecola di patate con dell’acqua e aggiungere nell’impasto del patè. Anche le pastelle per friggere possono essere realizzate con fecola e birra e così via.

 

 

Nina di Fragola e Cannella

Consegneremo a Nina del blog Fragole e Cannella le chiavi di Grammo per qualche ora a settimana per tutta l’estate. Il prossimo appuntamento con il vegetariano è per Martedì prossimo!

 

IL PRIMO INVITATO: IL CELIACO

IL SECONDO INVITATO: L’INTOLLERANTE AL LATTOSIO

IL TERZO INVITATO: L’INTOLLERANTE ALLE UOVA

IL QUARTO INVITATO: IL VEGETARIANO

IL QUINTO INVITATO: IL VEGANO

intolleranza alimentare grammo magazine gnammo

Parliamone