Detox: qual è la tua strategia vincente? - Grammo : il magazine di GnammoGrammo : il magazine di Gnammo

Entra nella più grande community italiana per incontrare amici a tavola!
gnammo.com

Detox: qual è la tua strategia vincente?

Le feste ti hanno appesantito e ora hai solo voglia di depurarti, non solo dalle tossine, ma anche dai sensi di colpa? Non ti preoccupare, non vogliamo propinarti l’ennesima DIETA, piuttosto parleremo oggi di varie “strategie” detox che aiutano il nostro organismo a rimettersi in forma. 

Con il termine detox per definizione, si intende un processo depurativo, detto in particolare per un trattamento concentrato in tempi brevi. 
I modi per rimediare agli stravizi delle feste sono davvero tanti: c’è chi si affida ai frullatoni fai da te, chi punta tutto sulla colazione, chi addirittura si lancia sulla meditazione e sullo yoga.

Un primo valido alleato della linea è il limone: ricco di vitamina C e di sali minerali, il limone aiuta a metabolizzare meglio gli alimenti, favorendo una maggiore produzione di enzimi digestivi. È ottimo dopo i pasti in acqua molto calda oppure consumato durante, nell’acqua con cui si pasteggia. Questo frutto vanta anche una discreta presenza di potassio, per questo c’è chi lo consuma appena sveglio in acqua tiepida: il potassio svolge un’azione diuretica e detossinante! .

Il limone è spesso apprezzato anche all’interno di frullati e beveroni. Consumare un frullato a base di frutta, limone e latte vegetale ad esempio, può essere d’aiuto per coprire quegli improvvisi buchi allo stomaco di metà mattinata o pomeriggio e per sentirsi bene con la propria coscienza 😉 Per ottenere un frullato energizzante in termini di sapore e metabolismo, si possono aggiungere delle alghe, molte volte considerate come vero e proprio toccasana. Tra le più famose troviamo l’alga spirulina, una super alga ad alto valore proteico e dal sapore molto forte. Per tale motivo è consigliabile frullarla insieme alla banana o altri frutti dolci e gustarsi un favoloso frappé proteico.

E se potassio e sali minerali proprio non ti bastano, puoi provare ad accogliere in casa la soiaNon essere scettico, i semi di soia contengono proteine (circa il 36%) e grassi (20%), quest’ultimi costituiti prevalentemente da acidi grassi insaturi, i quali rivestono un ruolo fondamentale per il nostro organismo: essi infatti svolgono un’azione di prevenzione contro numerose alterazioni e malattie. 

Insomma, rimettersi in forma non è per forza sinonimo di noia e ansia: può essere visto come un modo per provare nuovi sapori e sperimentare nuove ricette!

E voi, avete una ricetta detox per eccellenza? Qual è il vostro piatto vincente? Inseritelo qui in questo form, e chissà, nel prossimo articolo potremmo parlare proprio di voi 🙂

Parliamone